Un pranzo domenicale vegetariano e sostenibile per promuovere progetti d’arte e cultura. Una nuova modalità di finanziamento partecipata e sorridente.

Cosa bolle in pentola?

398 voti

“Cosa bolle in pentola?” è una serie di pranzi per finanziare in modo partecipato progetti artistici e culturali a Bologna e dintorni, attraverso la quota di adesione dei commensali. Durante il pranzo gli autori presentano i loro progetti e i potenziali fruitori danno il proprio voto per decidere quale  otterrà il finanziamento. I piatti sono vegetariani e preparati con materie prime del territorio da un team di cuoche appassionate di cucina creativa e sostenibile.
Il progetto è stato sviluppato a partire dall’esperienza statunitense delle Sunday Soup di Chicago e nasce dalla collaborazione di 8 persone (Alice Guastadini, Anna Roberti, Eléonore Grassi, Elisa Mazzola, la FunkyZdaura, Ilenia Gamberini, Laura Cacciari e Michele Restuccia) e 4 realtà presenti sul territorio bolognese: CiboSano, Culinaria Sexy Sapori, La Pillola e Ossigeno!

Chi siamo

La Pillola, organizzazione culturale nata a Bologna nel 2006, progetta e realizza eventi di arte e cultura e si occupa di raccolta fondi, comunicazione, marketing non convenzionale, design e architettura. È anche uno spazio di co-working e promuove un GAS (gruppo di acquisto solidale). Da febbraio 2011 i pranzi di “Cosa bolle in pentola?” hanno finanziato 6 progetti: Taccuino di viaggio illustrato dell’Appennino Tosco Emiliano,  Strada facendo, Coltivare RappOrti, Gramigna – mappa invasiva delle aree verdi, Bologna per un Cinema Accessibile, Visual ARTivist di Zanele Muholi.