Teatro, mostre, festival, incontri nelle case dei borghi di montagna spopolati. Nuove occasioni di condivisione, vita e cultura.

Custodi

3319 voti

Il progetto parte da un risultato positivo: un pubblico nuovo e numeroso per le rassegne di poesia e musica sull’Appennino tosco-emiliano, in cui alcuni borghi di montagna abbandonati tornano a essere abitati. Il dato interessante è che gli abitanti dei borghi si prendono la responsabilità della riuscita degli eventi allestendo spazi, cucinando, ospitando artisti. Durante l’anno vengono realizzate iniziative che preparano il terreno. Un’occasione di condivisione che si trasforma in un progetto a lungo termine. Abitare e animare i margini di un territorio che si spopola, con festival, rassegne, incontri nelle case, per la creazione e il rafforzamento di comunità culturali. Per  “rimettere a cultura” quelle periferie, non solo geografiche, ci vuole tempo, spazi in coworking e una comunicazione che non faccia leva solo sul web e su eventi spot, ma che sappia fare innamorare.

Chi siamo

Nata nel 2006 a Porretta Terme (Bo) nell’Appenino tosco-emiliano, SassiScritti realizza laboratori intensivi in residenza con alcuni tra i principali artisti del teatro di ricerca, laboratori teatrali annuali, incontri nelle scuole, mostre, laboratori sulla consapevolezza civica, corsi, incontri, letture tenuti da scrittori e poeti. L’associazione organizza nei piccoli borghi della zona il festival “L’importanza di essere piccoli”, con ospiti come Francesco Guccini, Paolo Benvegnù, Bobo Rondelli, Franco Loi, Perturbazione, Vivian Lamarque.