Rete d’interazione online e offline tra artisti e cittadini per la produzione di opere ed eventi d’arte a beneficio pubblico.

Forward. L’arte dalle tua parte

454 voti

Una rete d’interazione online e offline tra artisti e cittadini per la produzione di opere ed eventi d’arte a beneficio pubblico; una piattaforma di nuovo mecenatismo dal basso, attraverso crowdsourcing e crowdfunding; un servizio per la co-progettazione da parte di comunità locali e artisti attraverso l’arte visuale, performativa, plastica e narrativa.
Forward, tramite un sito internet, un calendario di incontri e strategie di promozione e diffusione mirate permette agli artisti di caricare i loro progetti reward-based (legati ad un territorio, una comunità, uno spazio da recuperare, per intercettare micro e macromecenati attraverso il crowdfunding all-or-nothing) e alle comunità (gruppi formali o informali di almeno 50 persone che condividano un interesse su uno spazio pubblico), di segnalare le problematiche e le richieste dello spazio pubblico in cerca di progetti artistici che le risolvano.
Forward selezionerà i progetti d’arte attraverso criteri di sostenibilità economica, pianificazione temporale, impatto sociale e sociability, per poi promuovere la realizzazione e ilsostegno dal basso; lancerà bandi e call for projects per rispondere alle domande delle comunità.
In aggiunta, proporrà servizi dedicati di pre- e post- produzione di bandi e progetti per singoli, gruppi e istituzioni. Forward sarà arte al servizio dello spazio pubblico e delle comunità che lo vivono. Un’esperienza di cittadinanza attiva.

Chi siamo

Forward è attualmente un gruppo di 5 curatori: Valeria Farill, Tijana Stankovic, Martina Santoro, Alessandro Raveggi e Sara Arfanotti. Nato nei primi mesi del 2013, ha realizzato varie iniziative a favore di un nuovo mecenatismo. È tra i progetti vincitori del Social Innovation Camp 2013 organizzato presso The Hub Firenze.