La musica come strumento di formazione dei bambini che imparano così i valori fondamentali del vivere insieme, secondo il Sistema di Abreu

OSI – Orchestra Sociale Italiana

436 voti

Il progetto

Il progetto “OSI – Orchestra Sociale Italiana” nasce a gennaio 2015 nel quartiere Laurentino di Roma, quale naturale sviluppo delle “OFI- Orchestre Fratelli d’Italia”, create dalla Fondazione dal 2008. L’OSI rappresenta il vertice del progetto musicale che in pochi anni si è ampliato raggiungendo varie scuole e che adesso vuole coinvolgere ragazzi provenienti da varie città d’Italia. Il riferimento è EL SISTEMA venezuelano, creato quarant’anni fa da Josè Antonio Abreu a Caracas, e che oggi annovera 600.000 bambini che suonano in oltre mille orchestre in Venezuela. EL SISTEMA utilizza la musica come strumento per allontanare i giovani dal disagio e dalla violenza; è uno straordinario veicolo di formazione dei bambini che imparano così i valori fondamentali del vivere insieme.
Tutti i ragazzi dell’OSI sono guidati nell’apprendimento degli strumenti orchestrali da musicisti venezuelani venuti direttamente dal SISTEMA di Abreu e da musicisti italiani diplomati al Conservatorio. I bambini rappresentano il cuore del progetto che vuole dare la possibilità a tutti di imparare, ma allo stesso tempo premiare il merito e l’impegno. Infatti, come il progetto venezuelano, anche l’OSI ha la forma di una Piramide, dove dalla base emergono spontaneamente le “Prime Parti” che vanno a comporre l’orchestra di vertice. Tutti i bambini comunque suonano nelle orchestre di base insieme alle prime parti, che diventano per loro puto di riferimento da seguire. Più larga è la base, più alto sarà il vertice, dove vi sono coloro che potranno diventare musicisti professionisti, ma tutti comunque diventeranno persone migliori con la musica.
La Fondazione Cusani fin dal 2008 realizza progetti musicali nelle scuole, coinvolgendo bambini e ragazzi dai 3 ai 13 anni. Con l’OSI, ci si propone pertanto di portare avanti un discorso che ha già delle solide fondamenta e che ora ha raggiunto una stabilità tale da assumere una dimensione nazionale e multietnica.
L’insegnamento musicale, come ogni valore culturale, dovrebbe essere un bene condiviso. Questo il motivo che ha portato la Fondazione allo sviluppo di un progetto che permetta ai bambini l’apprendimento gratuito della musica e il loro inserimento all’interno di un’orchestra. La musica è un linguaggio universale in grado di far comunicare ragazzi di ceti ed etnie diverse, è un linguaggio inclusivo che porta alla creazione di una comunità che non ha limiti e cittadinanza se non quella artistica. Per suonare insieme è necessario che ci sia disciplina, armonia e rispetto reciproco, valori questi che attraverso la musica i ragazzi e i bambini apprendono divertendosi e che sapranno riapplicare nella vita come una parte di sé, naturalmente appresa in uno dei periodi maggiormente formativi per una persona: l’infanzia.

Il soggetto proponente

La Fondazione Gabriele e Lidia Cusani Onlus mira alla realizzazione di progetti sociali all’interno della scuola pubblica dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado. In particolare la Fondazione si auspica di: contribuire a sviluppare capacità e sensibilità musicali nei giovani, individuare talenti e formare musicisti. Per trasmettere ciò la Fondazione porta avanti dal 2008 il progetto LA MUSICA VA A SCUOLA e dal 2010 il progetto L’ARTE VA SCUOLA. Nel 2008, hanno della sua creazione, La Fondazione Cusani, tramite il suo progetto di musica, rende la scuola Basile di Roma la prima e unica scuola primaria italiana a indirizzo musicale. A dicembre 2010 i bambini della scuola Basile si esibiscono unendosi nella prima “Orchestra Fratelli d’Italia Infantile”. I progetti, tra il 2011-2012, si estendono ad altre scuole romane arrivando a coinvolgere 2300 bambini. Nel 2015 la Fondazione crea nella Scuola media Sarro la “OSI – Orchestra Sociale Italiana”, che rappresenta il vertice del progetto musicale.