Programma per la creazione di una filiera produttiva dedicata ai prodotti di seconda vita e ai saperi nascosti.

1144 voti

l Teatro Verdi, dopo circa trent’anni di chiusura forzata, viene riscoperto e riattivato.
Il Teatro Verdi ha le potenzialità per tornare sede di una nuova narrazione urbana, collegata ad un processo di rigenerazione (culturale, sociale, economica) per diventare patrimonio rigenerato dove mostrare, praticare, insegnare una strategia in cui gli oggetti, i materiali e le azioni del fare riprendono valore.
L’obiettivo principale del progetto è quello di costruire un programma rivolto alla creazione di una filiera produttiva riferita ai prodotti di “seconda vita” e ai “saperi nascosti” (nuovi Makers, artigianato nuovo e tradizionale).
Il progetto avrà una duplice valenza: rafforzare la rigenerazione del Teatro Verdi e implementare una serie di azioni utili a tutto il territorio. Tra queste: lo sviluppo di una filiera produttiva (network di attori, materiali da riutilizzare, progetti di eco design, sensibilizzazione delle comunità locali) per i prodotti di “seconda vita” replicabile anche in altri contesti, la valorizzazione dei “saperi nascosti” (nuovi Makers, artigianato nuovo e tradizionale) presenti a Ferrara e in Provincia; la diffusione delle conoscenze e delle pratiche inerenti i temi scelti utilizzando dinamiche di gioco collettivo con finalità didattiche e di svago; il coinvolgimento di attori locali o nazionali per favorire la sviluppo di nuove realtà produttive legate al concetto di prodotti di “seconda vita” e di valorizzazione dei “saperi nascosti”.

Chi siamo

Città della Cultura / Cultura della Città è un’associazione culturale pioniera di azione pratica e a basso costo per le Città creative e le Città intelligenti. L’associazione, attiva dal 2008, offre soluzioni praticate sul campo assieme alle amministrazioni locali, agli attori pubblici e privati, ai cittadini attraverso agende della rigenerazione e della promozione culturale, l’ascolto e l’elabozione di proposte, aspettative e suggestioni delle comunità.