Un dispositivo per progettare e gestire cinema di comunità basati sull’azionariato popolare e la partecipazione attiva alla vita dei cinema da parte di cittadini-azionisti

We Are Cinema

1034 voti

Il progetto

We Are Cinema è un dispositivo per progettare e gestire cinema di comunità basati sull’azionariato popolare e la partecipazione attiva alla vita dei cinema da parte di cittadini-azionisti.
Ogni innovazione tecnologica fa le sue vittime ed anche la digitalizzazione delle sale cinematografiche conferma questa regola: con il passaggio da pellicola a digitale molte sale non ce la fanno e sono costrette a chiudere. Per molte imprese a gestione artigianale/familiare le spese per l’acquisto di un impianto digitale sono proibitive. Così, la crisi economica si abbatte sui piccoli cinema, già in sofferenza per la concorrenza dei multisala.Si stima che negli ultimi dieci anni, in Italia, più di mille piccole sale abbiano chiuso i battenti.
Chiudere un cinema di provincia significa desertificare il tessuto socio-culturale di una comunità e ridurre gli spazi di aggregazione e crescita culturale sul territorio. Inoltre, la concentrazione delle sale in pochi grandi complessi rende più difficile la distribuzione dei prodotti cinematografici e audiovisivi “indipendenti”, col rischio di un impoverimento dell’offerta culturale.
Con We Are Cinema tutti possono diventare soci della nuova società che gestisce il cinema, partecipare alle scelte, tra cui la programmazione, e contribuire a mantenere viva la cultura cinematografica del territorio.
Coinvolgendo una comunità attiva nelle sorti dell’impresa, We Are Cinema favorisce una maggiore stabilità economica e organizzativa al cinema, garantendo impatto sociale e sostenibilità.
La sperimentazione partirà da un cinema dismesso del nostro territorio: il Cinema Melacca di San Vito dei Normanni. Parallelamente saranno avviati altri due percorsi per riaprire alla programmazione il Cinema Impero di Brindisi e il Cinema Olmi di Latiano.
Lo Stato e il mercato sembrano impotenti di fronte all’impoverimento culturale della provincia italiana in termini di spazi, opportunità, offerta. We Are Cinema offre un ipotesi di risposta basata su un principio semplici: comunità di persone e organizzazioni che si auto-organizzano possono generare “terze vie” in grado di testare soluzioni e modelli.
We Are Cinema propone un’alternativa alla desertificazione culturale dei piccoli centri distanti dalle concentrazione principali di beni, persone e servizi. Questa alternativa è basata sulla valorizzazione dell’esistente – le vecchie sale cinematografiche in abbandono – e sul coinvolgimento dei cittadini: da semplici fruitori di un servizio culturale a soci-portatori di risorse.

Il soggetto proponente

A San Vito dei Normanni, Sandei è capofila dell’operazione di recupero di un ex stabilimento per farne un spazio pubblico per l’aggregazione, la creatività e l’innovazione sociale: l’ExFadda. La sfida di ExFadda è realizzare, in un paese dell’Alto Salento distante dai flussi principali di beni e persone, uno spazio a disposizione della comunità locale, ma collegato con le migliori esperienze di innovazione presenti in Puglia e in Italia. ExFadda è una piattaforma che mette a disposizione di gruppi informali, associazioni e microimprese risorse per l’attivazione: spazi, mezzi, relazioni, competenze. Attraverso la costruzione di rapporti fiduciari con e tra le organizzazioni aderenti, ExFadda costruisce una comunità attiva e interconnessa in grado di rispondere ai più disparati bisogni sociali: educazione non formale per i più giovani, supporto alla nascita di nuove imprese, spazi per l’associazionismo, momenti di socialità per le famiglie, appuntamenti per l’aggregazione.